The Bug “London Zoo” (Ninja Tune)

0
727

Lo capisci già dall’artwork che hai a che fare con uno incazzato nero: un gigantesco scarafaggio radioattivo che sbandiera un teschio a mo’ di vessillo, armato di un super pungiglione e di un uzi that weights a ton, domina sullo skyline crepuscolare di una Londra dove affianco ai moderni grattaceli si ergono rovi di filo spinato.

Kevin Martin, alias The Bug, nome storico dell’elettronica indipendente inglese, fondatore della Ninja Tune records, è sempre stato dalla parte dei ribelli, con sonorità d’assalto che l’hanno portato ad utilizzare l’alter ego Techno Animal, perchè solo una bestia feroce può muoversi a suo agio in quella giungla metropolitana che è la capitale inglese.

Una foresta caraibica in cui Kevin è il bianco più rasta di tutti! Un vero guerriero che combatte la sua battaglia in nome di Jah nella decadente Babylon (messa oggi più che mai in ginocchio dalla crisi economica) contro nemici giurati quali haters, bigotti, squali, vampiri, dollar suckas & fame fuckas.

Non c’è spazio per il reggae ondeggiante di Marley, le good vibes sono diventate ritmi spessi e spigolosi, il basso è il potente ruggito del leone simbolo della cultura rastafari; d’altronde titoli come angry (il suo micidiale ritornello “so many things get me angry, so many things get me mad“),too much pain e murder me rendono subito chiaro l’andazzo del disco.

Anche le voci utilizzate, sia maschili che femminili, sono al servizio di ansia e inquietudine metropolitana, in particolare quella della vocalist grime Warrior Queen costantemente a metà strada tra la cantilena ragga e il rap più accattivante.

Effettivamente il dualismo tra il carattere underground dei suoni e l’insito slancio catchy proprio dei generi dance (in Jah is war si sfiora addirittura quell’anthem che poi è riuscito per il singolo “Ganja“) può essere un’ulteriore chiave di lettura di un album perfetto che come la marijuana di cui è impregnato ti cattura ad ogni boccata sempre di più.

Federico Spadavecchia

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here