Artisti Vari “Vanadium” (Several Reasons Recordings)

0
284

Label berlinese nata da una collaborazione anglo-italo-cipriota, la Several Reasons Recordings rilascia, dopo due interessanti EP su vinile (comprendenti tra gli altri remix firmati Ness e Dadub), una compilation digitale dal titolo Vanadium.
Lo scopo della release è affermare lo stato dell’arte di un’etichetta che si muove nei nuovi confini della Techno, tra viscerali rigurgiti post industriali e raffinato sound design d’avanguardia, in cui già troviamo realtà conclamate come Stroboscopic Artefacts e Gravite.
Spire di Raven è un perfetto biglietto da visita, angoscia e oppressione meccanica concentrate in nemmeno due minuti.
Deam preferisce invece attacare via mare: la sua Algae è un sottomarino dotato di micidiali siluri in cassa dritta e armi ultrasoniche.
Non poteva certamente mancare un riferimento ai complotti mistici/massonici che tanto piacciono in questi ultimi anni, perciò The Transhuman dedica al Priorato de Sion una traccia ruvida e feroce.
Che sotto al cappuccio rituale si celi un Terminator?
Dirty Monday è opera di Dubit, uno dei fondatori di SRR. Il brano è una sequenza di impulsi post digitali: la circolazione delle informazioni è diventata così veloce e massiccia da risultare violenta.
Il mondo del futuro non offre speranze ma solo oscurità e alienazione (VII, R-Type), destinato a sgretolarsi sotto i nostri occhi (Retrive, Daniele Crocenzi).
Ralph Mirto raddrizza l’IDM a colpi di spranghe (Fractal Move) ricercando un aspetto ludico nella caduta nell’oblio.
Teoria del Controllo di un Attacco di Panico di Alhek è una seduta di psicoterapia in un carcere di massima sicurezza spaziale tipo quello di 2013, La Fortezza.
Dead End, invece, è il messaggio di Felix Lorusso: alla fine ogni cosa, compresa l’illusione di una vita ultraterrena, si riduce al solo beat.
Chiude in bellezza PROSP3TT1V4, techno locomotore guidato da Uncompromise.
A dispetto del paesaggio devastato messo in scena, la SRR ha ottime ragioni per essere molto ottimista per il futuro.
Il disco è disponibile su http://severalreasonsrecordings.bandcamp.com/album/vanadium

Federico Spadavecchia

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here