Short Stories: Manchester

0
437

Richard Pflüger è autore e voce radiofonica. Selezionatore musicale e grande appassionato di club culture sin dall’adolescenza.
Toscano di origine e residente a Berlino da ormai dieci anni, racconta la storia del clubbing e delle persone che hanno legato il proprio nome indissolubilmente alla scena elettronica mondiale.
Short stories è il programma radiofonico che segue le orme di Stories and cities, ma dalla durata più breve concentrando in tre brani l’essenzialità di alcuni luoghi che hanno ispirato profondamente il corso della storia della musica elettronica.

Manchester

Siamo alla fine degli anni 80 con gli anni 90 pronti a portare un`ondata di grandi novità e stili musicali.
Siamo a Manchester, una città di grande fermento musicale e non solo. Qui si sviluppa il Madchester, ossia una scena musicale caratterizzata essenzialmente da una originale fusione di generi che comprendeva l`alternative rock, il rock psichedelico, il funk, l`hip hop ,alternative dance e la tanto in voga acid house.
Il breve incontro di Short Stories, racconta di sonorità in contrasto. Di gruppi che hanno fatto la storia e di un modo di percepire la musica per la sua essenza. Senza barriere.
La scena Madchester contribuì a portare alla ribalta gruppi divenuti fondamentali come gli Stone Roses e gli Happy Mondays, proclamò il “The Hacienda” come luogo significativo per la creatività e L`impegno degli innumerevoli artisti presenti in città e recitò un ruolo importante anche per la successiva ondata Britpop che invase il mercato musicale influenzando gruppi come gli Oasis, i Pulp, I Blur.
.

La tracklist:

The Stone Roses – Fools gold (A guy called Gerald remix)
808 State – Pacific state
Chemical Brothers – Star guitar

Comments

comments