Tutto pronto per la quinta stagione di INNER_SPACES

0
257

INNER_SPACES è la stagione di musica sperimentale e arti audiovisive di San Fedele Musica, realizzata in stretta collaborazione col progetto curatoriale Plunge, nell’esclusivo contesto sonoro dell’Auditorium San Fedele dotato dell’Acusmonium Sator. Sin dall’origine, la rassegna è contraddistinta dal sottotitolo identità sonore elettroniche, per precisare quale spirito anima la scelta artistica della stagione: reperire, nell’ampio panorama della musica elettronica attuale, quegli artisti che portano avanti una personalissima ricerca musicale e al contempo riservano una grande cura alla qualità sonora e timbrica delle loro opere.

La quinta stagione del festival comporta due significative novità che la differenziano dalle edizioni precedenti. Innanzitutto, la dimensione della committenza e la presenza in programma di ben otto nuove opere in prima assoluta a firma di Valerio Tricoli, Richard Barbieri, Francesco Zago, Andrew Quinn, Robert Lippok, Ars Monodica, Otolab & Recipient Collective, Optical Machines. In secondo luogo, integrando nella stagione un’altra priorità della Fondazione Culturale San Fedele, appare per la prima volta una proposta formativa all’ascolto della musica elettronica, articolata in undici lezioni a ingresso gratuito in collaborazione con il Conservatorio di Milano e nell’ambito della nuova convenzione di San Fedele Musica con il Dipartimento di Beni culturali e ambientali dell’Università degli Studi di Milano.

Nel 2018, dopo l’intervista a William Basinski dell’1 ottobre, il maestro Giovanni Cospito terrà quattro corsi per tratteggiare le fondamenta storiche della musica acusmatica. Nel 2019, i professori Nicola Scaldaferri e Maurizio Corbella, assieme ad altri colleghi universitari, daranno sei lezioni su un elemento di base della musica elettronica, la registrazione sul campo: Paesaggi sonori, rassegna di incontri su field recording, soundscape composition e arti acustiche. Riprende anche l’apprezzato ciclo Cin’Acusmonium con tre film: 2001: Odissea nello Spazio di Stanley Kubrick, in occasione del suo 50° anniversario, e due capolavori di Andrej Tarkovskij: Lo specchio (1975) e Solaris (1972). L’Acusmonium non ha la funzione di potenziare l’audio del film, ma contribuisce a rendere più percepibile l’unità immagine/suono nell’esperienza cinematografica – intesa come aderenza alla realtà – e al tempo stesso la dimensione del cinema si fa più presente e vicina allo spettatore.

Info e prevendite:
Biglietteria Auditorium lun-ven 10 / 12.30 – 14 / 18 – tel.0286352231
Auditorium San Fedele Milano, Via Hoepli 3 /b www.centrosanfedele.net

Comunicato stampa

.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here