Questa sera: Dæpth # 6 with Robedoor, Cankun, Holy Strays @ Buka

0
86

Dæpth – traiettorie sonore che si incontrano negli abissi più luminosi, dove i contrasti si accentuano definendo i propri contorni. Artisti che, abbandonando ogni pretesa estatica (la rincorsa di un futuro già passato, l’utopia delle macchine), attraversano quel confine dove il più accecante nero e il bianco più oscuro si incontrano, affondando nella propria condizione umana e passando oltre, restituendo il suono più puro delle profondità – depth.

Dæpth continua il suo viaggio nei velluti rossi di Buka con l’unica data italiana del duo culto losangelino Robedoor, accompagnati in questa parte del loro tour europeo da due giovani promesse, i francesi Cankun e Holy Strays.

ROBEDOOR
I Robedoor sono Alex e Britt Brown, una delle coppie più famose di tutto l’underground mondiale.
Britt è fondatore della Not Not Fun e della 100%Silk, due tra le etichette che più di ogni altre hanno contribuito alla rigenerazione della scena statunitense e al consolidamento di un nuovo modo di essere “indipendenti”, dettando legge e creando tendenze quasi ad ogni singola uscita.
Attivi come Robedoor dal 2005, hanno infettato l’immaginario e i cataloghi delle label di mezzo mondo con album sempre diversi ma assolutamente riconoscibili al primo ascolto: una magma doom-kraut-noise che a seconda dei casi può avvolgere e stritolare o innalzarsi in marcia estatica proiettata nelle visioni più torbide, primitivismo futurista che riconosce solo se stesso e rimane sospeso un attimo prima del completo deragliamento.

http://robedoor.tumblr.com/   https://soundcloud.com/hitd-3/sets/robedoor-primal-sphere

HOLY STRAYS
Holy Strays è il progetto del 23enne Sebastien Forrester, fresco di debutto col 12″ “Chasm” per l’etichetta Demand Vynil, il suo suono si muove tra percussioni intricate e slanci eterei, tra stratificazioni dissonanti che magicamente riescono a sorreggersi e ad ipnotizzare.

https://www.facebook.com/pages/Holy-Strays/168671623178136  https://soundcloud.com/holy-strays

CANKUN
Cankun è Vincent Caylet, un progetto che fin da subito ha trovato posto nel catalogo della Not Not Fun: dub astrale ed exotico come nei migliori momenti di Sun Araw e Ducktails, che ha assimilato la lezione ipnagogica cercando una sua via rarefatta e assolutamente godibile, come guardare un vhs delle vacanze estive della propria infanzia su uno schermo in 3D.

http://cankuncankun.tumblr.com/   https://soundcloud.com/hitd-3/sets/cankun-culture-of-pink

ingresso 7€ ore 21.30

BUKA Live – via Quintiliano 40 – Milano www.buka.uk.net/

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here