Sandwell District “Fabric 69” (Fabric)

0
1063

Probabilmente siamo davanti all’ultimo atto della premiata ditta Sandwell District, con cui Regis e Function hanno mantenuto in gran forma la techno europea post 2000, coniugando cultura rave e post punk. La scena industriale di Birmingham che incontra la No wave di New York sotto l’autostrada M25.
Questa storia gloriosa, che ha visto protagonisti tra gli altri nomi del calibro di Female, Silent Servant e Rrose, non poteva certo mancare un cd mix da lasciare negli annales a testimonianza del lavoro svolto. L’occasione viene presa al volo dal Fabric di Londra che arriva così al capitolo 69 della propria serie di compilation.
Ai controlli c’è Function, il più fedele alla linea sonora SD come dimostrato dal suo album su Ostgut Ton, mentre Karl O’Connor, sempre più frammentato in mille progetti e alias, ne supervisiona la selezione alla sua rozza maniera evidenziano tracce, o anche solo delle porzioni, che possano ben sposarsi con quelle di Dave, e quindi mandandogli un estratto di 10 minuti per verificarne l’efficacia.
La lunga tracklist riprende le ossessioni techno noise del momento (Vatican Shadow, Raime, Silent Servant, Kerridge) , in molte delle quali c’è lo zampino dello stesso Dj inglese, intrecciate con il solido beat berghainiano (Fiedel, Function, Trevino), in cui invece si sente il tocco del suo socio americano.
C’è anche spazio per classici new wave rivisitati (Yke Yard, Vince Clark & Martin Gore), e leggende della 909 (Plastikman, Surgeon, Craig, Ruskin, Slater, Garnier) e della sperimentazione (Vainio, Mark Ernestus).
Un valido saggio per comprendere cosa sia oggi la Techno e che direzione sta prendendo.

Federico Spadavecchia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here