San Fedele Musica e Syntax Ensemble presentano: Musica/Parola & Elettronica

0
854

Prima di riprendere la rassegna di musica elettronica INNER_SPACES, il 2022 inizia con un concerto di musica strumentale sperimentale con elettronica, venerdì 28 gennaio nell’Auditorium San Fedele di Milano. Si dà inizio così a una nuova collaborazione di San Fedele Musica con il Syntax Ensemble, recentissima formazione con sede a Milano che raduna alcuni dei migliori musicisti del panorama nazionale ed europeo. Collaborazione che conferma la volontà di San Fedele Musica di diventare un centro di riferimento in Lombardia della creazione musicale sperimentale.

Il programma inaugurale della stagione del Syntax Ensemble, comporta ben tre prime esecuzioni assolute e due opere per piccolo ensemble ed elettronica. La tematica della serata è incentrata attorno al rapporto tra parola e musica.

Di Luca Mosca verranno eseguiti due lavori molto evocativi per soprano e piccolo ensemble, “He stole first” (prima esecuzione assoluta) e “In the garden at Ninfa” dove la voce mescola il suo suono con quello strumentale creandone un’dentità unica ed inconfondibile.

Ben diverso è l’approccio della compositrice Brigitta Muntendorf nel brano strumentale “Shivers on speed”. In esso, sorta di viaggio interiore, ogni suono, ogni rumore incorpora un senso e una sensibilità in un collegamento di esperienze e associazioni, come stimolo per tutte le immagini ed emozioni che si scoprono dentro il nostro essere. “Dita tremanti, archi tremanti e respiro tremante sono combinati con suoni insistenti in un collage di un assurdo gioco di suoni”.

Nel finale due opere che integrano all’ensemble strumentale l’elettronica. Gianvincenzo Cresta in “Notte non ti conosco” descrive il tempo notturno come momento di ascolto, campo aperto di possibilità. Fallimento e redenzione, catastrofe e consolazione, maledizione e gratitudine, itinerario simile a un camminarsi dentro, a un entrare nel vortice dei propri pensieri, scandagliarli uno ad uno, farli risuonare e trasformarli in energia.

In questo vagare febbrile, tra spasmi e distensioni, ci si disconosce e ci si disappartiene. Eppure s’incunea il desiderio dell’attesa e si ritorna a sé. È un canto premonitore, perché la notte è tempo di visite: Dio visita di notte e accarezza. Tuttavia, notte non ti conosco.

Roberto Vetrano conclude la serata con “Gagarin – Sérénade pour Bruno” per soprano, ensemble e nastro magnetico. Un omaggio per il centenario dalla nascita di Bruno Maderna (1920-2020). Il testo utilizzato è una ricomposizione di frammenti tratti da un’opera di poesia visiva del 1969 del pittore romano Gastone Novelli intitolata appunto GAGARIN. Oltre alla citazione nel sottotitolo (chiaro riferimento a Serenata per un satellite), l’omaggio a Maderna risiede nel contenuto stesso del testo, che indaga la condizione dell’artista come esploratore e osservatore della realtà: Gagarin diventa pretesto e simbolo del ruolo dell’artista, che per la prima volta volge lo sguardo verso luoghi sino ad allora solo immaginati, superando i confini possibili e scoprendo nuove prospettive del mondo.

La stagione musicale del Syntax Ensemble continuerà a svolgersi nell’Auditorium San Fedele con altri 3 concerti: venerdì 11 Marzo, venerdì 8 aprile e venerdì 6 Maggio 2022.

Location: Auditorium San Fedele (Via Ulrico Hoepli, 3/b)  – Milano

Comunicato stampa

Comments

comments