Beats Tips Boutique Vol. 30

0
869

Healing Force Project – Last Journey To Helipolis EP (Sun Cat Recordings)
Simona Faraone e Marco Ferretti prendono le sembianze di Pharaoh e Dr. Blowfin per dare vita a un nuovo progetto discografico.
Ispirata alla mitologia egizia la Sun Cat Recordings si pone l’obiettivo di esplorare il lato mistico e fantascientifico della musica elettronica.
Fatta questa premessa, la scelta di debuttare con un disco di Healing Force Project non poteva essere più coerente.
La visione di Antonio Marini infatti è un colorato affresco notturno che ritrae jazzisti post moderni aggirarsi in una futuristica metropoli.
Rispetto all’album Omicron Segment uscito lo scorso anno su EclipsemusicLast Journey To Helipolis si allontana dalla dimensione spaziale di Sun Ra per raccogliersi in un caldo intimismo a la Coltrane, fermo restando l’impianto di libera improvvisazione techno.
Nelle cinque tracce dell’EP è possibile distinguere sentori di pionieri elettronici di ogni era, in particolar modo sul versante americano, eppure la mano dell’artista veneto è nettamente distinguibile.
Un disco intenso da comprare senza pensarci due volte.

Ascion & D. Carbone – Substructures (3TH)
Pasquale Ascione e Davide Carbone, ovvero due terzi della Repitch Recordings, uniscono le forze per il progetto parallelo 3TH.
Substructures è composto da quattro brani duri e aggressivi nel segno dell’industrial dance di Regis e Kerridge.
RAM Expedients sale venefica e distruttiva traslando la lezione di Clock DVA e Test Dept alla guerra batteriologica. Lo-Fi Fields è un’opera per Apache dotati di M60 Vulcan con Stockhausen nel ruolo del tenente colonnello Kilgore.
Il fascino per l’orrore si concretizza in Substructures One e Substructures Two, apocalisse sinfonica in due atti su un abbagliante sfondo rosso tra albe brillanti ed esplosioni nucleari.

Synkro – Transient EP (Apollo)
Joe McBride degli Akkord decide di lasciare Manchester per tornare nel suo piccolo paese in mezzo al Derbyshire e, preso dalla nostalgia, compone quattro pezzi la Apollo, sublabel di R&S.
Il mood di questo Transient EP è malinconico, setosamente riflessivo, una sonatina jazzy crepuscolare da tenere in cuffia guardando vecchie fotografie.
Suoni asciutti e profondi che prendono cuore e cervello, mentre beats leggermente spigolosi scorrono agili formando piccole rapide emozionali.
In Synkro l’eredità rave viene accantonata in favore del sentimento ma il risultato è sempre di altissimo livello.

Franck Vigroux – Centaure (Cosmo Rhythmatic)
Artista multimediale, polistrumentista con una passione particolare per la chitarra e il noise, Franck Vigroux inaugura il catalogo della Cosmo Rhythmatic sorellina sperimentale di Repitch.
2024, Vesuve e Centaure sono un inno al noise e all’industrial mutante: rumore bianco in una centrifuga di dolore acustico e claustrofobia sci-fi.
Completa il disco Shapednoise che mette le mani su Centaure inquadrandola in uno schema techno, dosandone la forza d’impatto in un gioco di accumula/rilascia che farà di sicuro la gioia dei dancefloor più hard.

Space – Magic Fly (Repress) (Nang Rec.)
Uno degli album leggendari dell’Italo disco viene finalmente ristampato.
Gli Space, in arte Didier Marouani e Roland Romanelli, nel 1977 conquistarono le classifiche europee con il singolo Magic Fly, una hit eccezionale capace ancora oggi di influenzare i produttori di musica dance.
Per quanto non riuscirono mai a replicare quello straordinario successo diventarono presto un culto underground cui nel tempo si ispirarono diversi gruppi.
Oggi la Nang records da finalmente l’opportunità a tutte le nuove generazioni di riscoprire la loro grandezza.

Federico Spadavecchia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here