23° Festival di Milano Musica: “Fausto Romitelli – Percorsi di musica d’oggi”

0
1017

Il Festival di Milano Musica è dedicato quest’anno a Fausto Romitelli, musicista tra i più visionari della sua generazione, spirito libero, genio inquieto della cultura italiana del nostro tempo.  Realizzato in collaborazione con il Teatro alla Scala e Intesa Sanpaolo come sponsor istituzionale, Milano Musica pone al centro del suo programma 2014 la produzione di Fausto Romitelli (Gorizia, 1963-2004), considerando i dieci anni dalla sua scomparsa il momento ideale per riflettere su una delle figure più eccentriche e preveggenti del panorama contemporaneo.
Sempre in sintonia con le stimolazioni anche visive dei linguaggi in formazione negli anni Ottanta-Novanta, Romitelli proponeva già sintesi che si sarebbero precisate più tardi, fuori dalle formule dell’eclettismo e dell’accademismo. La sensibilità senza confini gli permetteva di accogliere gli apporti del rock progressivo e della musica psichedelica in uno stile che ancor oggi si distingue con nettezza nella molteplicità degli idiomi contemporanei, senza rinuncia o sacrificio del rigore conseguente a un pensiero compositivo originale.
Come in passato, il Festival propone – in 10 concerti e 12 approfondimenti – opere e compositori per lo più sconosciuti al grande pubblico nell’esecuzione dei migliori interpreti internazionali: 10 sono le prime esecuzioni assolute, di cui 5 commissioni.
La programmazione mira a far conoscere il pensiero musicale di Romitelli da più angolature, proponendo l’ascolto di brani appartenenti all’intera parabola artistica di questo autore – dalle prove giovanili degli anni Ottanta alle composizioni dell’ultimo periodo – in costellazione con autori del passato e del presente con cui Romitelli ha concretamente o idealmente dialogato: Debussy, Ravel, Ligeti, Dufourt, Grisey, Levinas, Murail, Scelsi e altri ancora.
Il Festival è inserito nel palinsesto Milano, cuore d’Europa, promosso dal Comune di Milano – Cultura.
I concerti saranno trasmessi in diretta o in differita da RAI Radio3.
Il 3 ottobre 2014 (ore 17), a Gorizia, città natale del compositore, l’anteprima del Festival, in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia: una conversazione “Per Ricordare Fausto Romitelli”, con Valentina Romitelli, Alessandro Arbo, Kenka Lekovich, Marco Mazzolini, Angelo Orcalli e i musicisti di mdi ensemble.
L’inaugurazione, giovedì 9 ottobre 2014 (ore 20.30), all’Alcatraz, con la video-opera An Index of Metals (2003), nell’esecuzione dell’Ictus Ensemble, diretto da Georges-Elie Octors, interpreti storici della musica di Romitelli, con video di Paolo Pachini, presenta il punto più alto della ricerca del compositore sui rapporti tra musica e immagine. L’elettronica è protagonista in seconda serata (ore 22) con Sincronie, Otolab e Mika Vainio per An Electronic Tribute to Fausto Romitelli.
Centrali i due appuntamenti al Teatro alla Scala.
Domenica 26 ottobre (ore 20) il concerto della Filarmonica della Scala, diretta da Pierre-André Valade – in ricordo e omaggio a Luciana Pestalozza e Claudio Abbado – realizzato in coproduzione con la Filarmonica della Scala, presenta Dead City Radio. Audiodrome, pagina fra le più note di Romitelli, accostato a Ligeti e Debussy.  All’Ensemble Intercontemporain, diretto da Matthias Pintscher, e a Monica Bacelli, il 3 novembre 2014 (ore 20) sono affidati Mediterraneo I e II (1992-1993) e Cupio Dissolvi, in dialogo con Ravel.
In coproduzione con l’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, diretta da Gaetano d’Espinosa, nell’ambito della Stagione Sinfonica 2014-2015, venerdì 10 ottobre (ore 20) e domenica 12 ottobre (ore 16), è presentata la prima esecuzione assoluta di Meridiana, brano giovanile di Romitelli, accostato a Gentilucci e a Brahms.
La produzione cameristica di Romitelli viene illustrata nei concerti che vedono protagonisti l’Ensemble G. Bernasconi e il Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala, venerdì 7 novembre (ore 20.30) in San Simpliciano; il Quartetto Prometeo, che venerdì 17 ottobre (ore 20.30) all’Auditorium San Fedele eseguirà l’unico quartetto composto da Romitelli, Natura morta con fiamme, del 1991; i solisti Flavio Virzì e Simone Beneventi, venerdì 24 ottobre (ore 20.30) all’Auditorium San Fedele, con brani per chitarra elettrica e percussioni, e due prime assolute commissionate a Giovanni Mancuso e Mauro Montalbetti.
Triptych – A Tribute to Fausto Romitelli al Piccolo Teatro Studio Melato, giovedì 13 (ore 20.30), venerdì 14 (ore 19) e sabato 15 novembre (ore 20.30) con mdi ensemble e RepertorioZero, in residenza a Milano Musica per il triennio 2012-2014, rappresenta il culmine e la sintesi dell’intero percorso, basandosi sull’idea della mobilità e dell’assenza di confini nello spazio e nel tempo. Le due Domeniche alla periferia dell’impero instaurano uno spaziotempo disorientato e frenetico, idealmente connesso, per il senso visionario della dimensione percettiva, a Vortex temporum di Gérard Grisey. In questo contesto si colloca un nuovo brano commissionato ad Emanuele Casale. L’ultimo appuntamento del Festival si sviluppa intorno al ciclo Professor Bad Trip Lesson I, II, III di Romitelli. In questa trilogia, come in un trittico di Bacon, il gesto che tenta di cogliere l’oggetto lo moltiplica e lo distorce, confondendosi con esso. Le tre parti del ciclo sono intercalate da due nuove composizioni commissionate a Riccardo Nova e Giovanni Verrando, autori che con Romitelli hanno condiviso pensieri, studio e sogni, in un dialogo tanto felice quanto duramente interrotto.
Come di consueto, saranno parte integrante del Festival 2014 gli Approfondimenti e variazioni, momenti d’incontro diretto tra pubblico, interpreti e autori presenti al festival. Concerti a ingresso libero, proiezioni video, incontri con compositori, un incontro di approfondimento sull’interpretazione dell’opera di Fausto Romitelli, saranno realizzati in collaborazione con alcune tra le realtà milanesi di spicco, in particolare le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, il Centro Culturale San Fedele e il Conservatorio G. Verdi di Milano, Museo del Novecento. Continua inoltre la collaborazione con la Fondazione Spinola – Banna per l’Arte, con il Quartetto di Cremona, venerdì 31 ottobre (ore 20.30) all’Auditorium San Fedele, per l’esecuzione di due nuovi brani di Daniele Ghisi e Alessandro Perini, composti durante il laboratorio promosso dalla Fondazione sotto la guida di Helmut Lachenmann, a cui Milano Musica ha dedicato il Festival 2011.

Per info: www.milanomusica.org 

Comunicato stampa

.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here