Elevate Festival 2020: Human Nature in Graz

In Austria ci aspetta come ogni anno un programma ricchissimo di eventi tra attivismo e arte

0
300

Come ogni anno attendiamo con grande interesse qui a Frequencies l’inizio del Elevate Festival di Graz. Con la speranza che gli spostamenti  e la situazione generale siano tornati alla normalità, non possiamo che consigliare questo festival che parte il 4 di marzo, forti di una serie di edizioni che ci hanno lasciato davvero soddisfatti.

Oltre a un cospicuo programma di incontri, talk, proiezioni e panel, fra musica e attivismo (qui il programma), alle contaminazioni benigne di Arte e video, ci concentriamo in particolare nel presentare gli highlight della fitta programmazione musicale.

Mercoledì 4  si inizia: il live di Jimi Tenor e Hatis Noit quello di  Depart e il djset di Booty Carrell fungeranno da vernissage e partenza di queste giornate e serate (nottate anche) austriache.

Si continua giovedì 5, segnaliamo Dorian Concept e Zanshin live nella splendida venue del Mausoleum, dove la serata prevede nuovamente Hatis Noit (Erased Tape) stavolta con il francese Vincent Moon e Peter Kutin che presenterà il suo live Torso#1.

Venerdì 6 marzo l’Orpheum propone in una serata pre-mezzanotte  (dalle 19) due personaggi notissimi e apprezzati Giles Peterson e David Rodigan, e di certo  da vedere anche la serata dei live al Mumuth (con tra gli altri Jan Jelinek, Bj Nilsen e Lucy Railton). Il monumentale Dom Im Berg, al centro della città ma scavato letteralmente in un monte, allinea il venerdì nelle varie sale nomi come Dj Lag, Jessy Lanza, Ouri. 3 Phaz, Bamounou, re:ni, una line up intrigante e variegata.

Il sabato la Mariahilfekirke al pomeriggio schiera Charlemagne Palestine e Katerina Klemen. Oltre alla varie altre venue attive nella giornata e serata, la nostra attenzione è rivolta al Dom Im Berg/Tunnel dove sono attesi, in una lunga a appetitosa lista di act, Kelly Le Owens, Ceephax Acid Crew, Sherelle, Giant Swan, Daniel Avery…. una vera scorpacciata.

Domenica 8 chiusura con una tripletta live sul palco dell’Orpheum. Conny Frischauf (uno dei nomi di una forte, interessante e numerosa presenza di artisti austriaci che si dipana su tutto l’arco del Festival), e a seguire una doppietta di livello assoluto come Gudrun Gut e Micheal Rother, che pescherà dal repertorio dei NEU! e degli Harmonia oltre che dai suoi Solo works.

Il tema dell’edizione 2020 è Human Nature, il festival ha sempre intersecato arte, musica, coscienza politica e attivismo, dando sempre l’impressione di un programma costruito in modo logico e al tempo stesso ricco di novità interessanti e tanti tanti stimoli diffusi per cinque giorni nella città stiriana. Bonus: quasi tutti gli spostamenti sono assolutamente “walking distance”, per immergersi senza stress ed appieno nell’Elevate.

Cannibal Se-lecter

Comments

comments