Dj Fuco sonorizza la Corazzata Potëmkin

0
242

Lo scorso settembre, DJ Fuco (alias Andrea Cazzani) su proposta dell’Associazione Cecinepas di Milano ha raccolto la sfida, tutt’altro che semplice, di sonorizzare dal vivo La Corazzata Potëmkin, capolavoro del grande regista e maestro del montaggio Sergej Ėjzenštejn.
E’ lo stesso DJ Fuco, protagonista della performance, a raccontarci del progetto:

Nel settembre scorso vengo contattato dall’Associazione Cecinepas, attiva nel campo delle rassegne cinematografiche, per sonorizzare, tramite un dj set, La Corazzata Potëmkin di Sergej Ėjzenštejn, film muto del 1925, a torto considerato il padre di tutti i “mattoni” filmici; forse per il trattamento dedicatogli da Paolo Villaggio in una celeberrima scena de Il Secondo Tragico Fantozzi. La mia sonorizzazione è stata poi diffusa durante la proiezione svoltasi il 26 settembre 2015 presso Mare a Milano. Tramite un sistema di cuffie wireless a tre canali gli spettatori potevano scegliere fra diverse colonne sonore: la mia, quella realizzata da Edmund Meisel per la “prima” tedesca del 1926, e una colonna sonora parzialmente orchestrale firmata dai Pet Shop Boys e presentata al pubblico nel 2013.

La struttura e i temi dichiaratamente propagandistici del film sembrano fatti apposta per un commento sonoro “serio”, classico e drammatico. Così sono infatti la colonna sonora originale di Meisel e alcune sinfonie di Šostakovič che sono state utilizzate in passato come sonorizzazione e anche il lavoro dei Pet Shop Boys, sebbene riecheggi lo stile synth pop del duo, non si discosta da un’atmosfera solenne. Io invece ho scelto di affrontare la materia in modo semiserio. Citazioni metacinematografiche, stacchi bruschi, contrasti tra il mood delle immagini e quello della musica possono servire a mio parere a liberare il film dalla sua cattiva reputazione per lo spettatore non cinefilo integralista e permettere a quest’ultimo di apprezzare maggiormente le straordinarie intuizioni filmiche per cui La Corazzata Potëmkin è considerato dalla critica uno dei momenti più alti dell’intera arte cinematografica. Almeno, ci ho provato.

Nel sito dell’artista, è possibile vedere il film con la sonorizzazione realizzata in occasione dell’evento del 26 settembre. (CLICCA QUI)

Buona visione e buon ascolto.

.

Comments

comments

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here