Beats Tips Boutique vol. 6

0
883

Glimpse – The Lazer Bather EP – Glimpse Recordings

Tra i tanti nomi nuovi ad essersi imposti nell’ultimo anno c’è sicuramente Christopher Spero, Dj inglese che ha fatto fortuna in Svizzera e quindi in Germania sotto l’alias Glimpse, con il quale ha firmato progetti per labels rinomate come Sonar Kollektiv e Cadenza.
Oggi debutta con la sua etichetta personale rilasciando un ricco ep contenente ben 7 tracce con la collaborazione di Jay Shepheard ed Alex Jones, mentre i remix sono firmati Shenoda e Cesare vs Disorder.
L’andamento è una soffusa e pulsante tech house concepita per moderni pianobar, dove Sam è in consolle a ricamare swing di tb303 mentre il pubblico in pista alza le mani al cielo chiedendo di suonarla ancora una volta.

Abe Duque – Following My Heart (remixes) – Processing rec.

E dopo l’album ecco i remix del primo singolo estratto vale a dire appunto Following My Heart.
A cimentarsi nell’impresa notiamo subito Dj Hell, vecchio compagno e mentore di Abe sui dancefloors europei. Il Dj di Monaco di Baviera ricompone il puzzle con con tasselli electro acid incollati l’un l’altro da un beat italo.
Il secondo artista conivolto è Tigerskin e quindi avrete già capito che si tratta di una storia buia fatta di strobo accecanti, sussurri provocanti e bassi sensuali: house music pura e semplice ( tuttavia molto più fedele all’attitudine della versione originale rispetto al mix di Hell), ma forse per questo terribilmente efficace!

Tedd Patterson – Hubble – Connaisseur Superieur rec.

Rimaniamo nei pressi di Chicago ed occupiamoci della nuova release di Tedd Patterson, vera e propria colonna portante del genere, che per una volta esce fuori da casa Kevorkian per recarsi in Germania a raccontare ai bimbi di Mannheim la favola delle loro origini.
I protagonisti di questa incredibile storia si chiamano Groove, Melodia e Ritmo ed il loro scopo è quello di riunire il genere umano sotto un unico vessillo, quello della buona Musica!!!

Santorini – Burnout – Exprezoo rec.

Poteva forse mancare all’appello l’ultima uscita targata Exprezoo?
Ormai lo sapete a questi ragazzi siamo parecchio affezionati, e loro anche ora alla vigilia delle vacanze estive non sembrano intenzionati a stare fermi un momento.
Ecco quindi il terzo vinile della collezione, affidato al producer di esperienza (e già ospite su queste pagine) Santorini, il quale rinfresca il suo stile con una dubtech movimentata che non rimane a specchiarsi compiaciuta della perfezione dei propri suoni come accade a gran parte delle produzioni di genere.
A fargli compagnia sul frisbee (a proposito avete visto che fighi i loro gadget al Sonar di Barcellona?) ci sono i remix di Bardini e Selph: mentre il primo si diverte ad ibridare il caldo dirty shake della Wind City con un algido rigore ritmico prussiano, il secondo spegne le luci per farci ballare sotto limpide stelle con la luna che si riflette tonda sul mare.

Anthea & Alex Cellar – The Playmaker – Freak ‘n’ Chic

La Freak ‘n’ Chic si è sempre distinta, sin dai suoi esordi ai tempi dell’electroclash, per essere una label abile a cavalcare l’onda del momento, ed oggi con la nuhouse non fa eccezione.
Dopo aver dato alle stampe un album di successo come quello di Collins è la volta del nuovo singolo di Anthea & Alex Cellar in cui il filo conduttore è un groove da spiaggia suonato coi tamburelli ballando tra i castelli di sabbia e coi racchettoni in mano.

Lee Coombs and Uberzone – Right Now – Lot49 rec.

Il ritorno di uno dei nomi più acclamati dell’house breakata di fine anni ‘90, Lee Combs, è annunciato con un grido sguaiato di sintetizzatori elettroidi da rasentare il coatto stile Justice; eppure a differenza dei cugini inutili dei Daft Punk questo pezzo è abbastanza umile da trasmettere una carica positiva ed una sana voglia di fare casino, senza contare il remix di Dopamine con le rullate di Miami Vice!

Solee – Timbabwe and Open Air – Parquet rec.

Musica per chimici afterhour dove non c’è differenza tra drum machine e supertele salvo poi aprirsi in una melodia malinconica da trance anni ‘90 e col remix di Marascia a spostare lo sguardo al cielo, per una volta senza occhiali da sole, per osservare meglio le scie degli aerei che riportano a casa gli amici della festa appena finita.

A.A.V.V. – Return of The Samurai EP – Tsuba rec.

Lavoro di squadra per i seguaci della scuola nehouse di casa Tsuba.
Tra i loop ipnotici di voci soffocate e di percussioni oriental-esoteriche proposti da Rozzo, David Pher e Nima Gorji, si distingue il minimal dub jazz dei Two Armadillos, con un giro di piano d’altri tempi.

Patrick Graeser – Squalid – NIG rec.

Senza perdere tempo correte alla versione di David Harrow nel segno dell’ultima tendenza berlinese: la Techstep.
Gli iperbassi e le ritmiche storte del dubstep vengono incrociati ad atmosfere e pad techno per fare luce nelle cantine più oscure.

Tommy Four Seven – Surma EP – Electric Deluxe

E’ invece inutilmente oscura ed aggressiva questa ennesima collaborazione tra Chris Liebing e Speedy J, ormai da un bel pezzo a corto di idee.
Sempre a metà strada tra i loro suoni caratteristici e i gusti minimali delle masse, i due Dj ripropongono quanto già fatto in passato con l’unica differenza di andare avanti col freno a mano tirato.

Federico Spadavecchia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here