4.20 Hemp Fest ’18: I cannoni sonori stanno già fumando

4.20-Hemp-Fest-hemp-Milano-orizz1

In occasione del 4.20 Hemp Fest 2018, in programma a Milano dal 13 al 15 aprile agli East End Studios, una tre giorni di eventi musicali accompagnerà la fiera, giunta alla terza edizione italiana. La manifestazione è un viaggio tra gli usi e la cultura della canapa con una ricca selezione di espositori e interessanti conferenze che toccheranno molte tematiche e  diversi approcci e prospettive legate alla pianta verde.

Frequencies sarà presente per seguire i concerti proposti a partire da venerdì per tutto il weekend, presentati sotto la supervisione di Disconnect. Due act in cartellone le prime due sere, il primo legato a Milano, il secondo un guest internazionale, più un intrigante finale la domenica.

Si parte venerdì, con una delle stelle assolute del dub (e dei più sopraffini ingegneri del suon reggae) Lee Scratch Perry. Ad aprire la serata Still, progetto di Simone Tabucchi, talento milanese poliedrico che ha avuto anime folk poco ortodosse (Dracula Lewis), visual (Invernomuto) e una sua label (Hundebiss Records). In questa ultima incarnazione trova un ponte culturale e musicale tra Milano, Etiopia e Giamaica. La prima serata culmina con lo show di Perry, come sempre atteso da una schiera di fan devoti  grazie alla sua storica militanza nella scena e al suo alone di leggenda, oltre a una longevità invidiabile e curiosa di confrontarsi sempre con il contemporaneo.
Il sabato inizia con Heith (Daniele Guerrini) e il suo sound stratificato. A seguire The Bug, con un potente 3 hours dub dj set. Il britannico (ora di stanza a Berlino) Kevin Martin è un grandissimo nome dell’elettronica, nella quale si muove tra iper-bassi senza compromessi. Tanti progetti e collaborazioni che hanno lasciato il segno (God, Techno Animal, Ice, Cures of The Golden Vampire, King Midas Sound tra gli altri) nella storia artistica di questo agitatore del suono, il cui set si preannuncia duro, con pochi fronzoli, immerso nelle spire delle frequenze più profonde.
Si chiude la domenica con un altra doppietta di artisti, uniti in questo caso in un unico show comune. Guarapo!, collaborazione tra Jim Cristopher Nedd e Simone Bertuzzi (Palm Wine) dedicata all’omonimo genere che infiamma la Colombia, sviluppatosi nella regione di Baranquilla da un decennio abbondante. Mix afrcolobmiano venato di sonorità dell’afro ’70 che sfociano in beat e loop incalzanti e viaggi percussivi, decisamente da scoprire.

Per ogni altra informazione: https://www.420hempfest.com/web/it/

Cannibal Se-lecter

Comments

comments