Terraforma annuncia i primi artisti dell’edizione 2018

TF-2018_banner 3_preview

Terraforma, il festival internazionale di musica dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale, giunge alla sua quinta edizione che si terrà dal 29 giugno al 1 luglio 2018 come di consueto nel bosco di Villa Arconati-FAR a Bollate (Milano).

Terraforma, rende noti i primi nomi degli artisti coinvolti in un programma che già si preannuncia mesmerico: la spettacolare interazione uomo-macchina di Plaid & Felix’s Machines, che unisce amplificazione naturale ed elaborazione audio sincronizzata con percorsi ipnotici di luce e movimento; il prodigioso percussionista iraniano Mohammad Reza Mortazavi, definito quello con “le dita più veloci del mondo”, è un maestro del tombak che suona con una tale intensità da incantare qualsiasi pubblico; la dj e producer Nkisi, portavoce della diaspora degli artisti africani attraverso il collettivo NON, è una rivelazione del clubbing con i suoi ritmi incalzanti che attingono dai suoni afro e da quelli di ispirazione gabber; il progetto Imaginary Softwoods di John Elliott degli Emeralds, fondatore della Spectrum Spools, favorisce atmosfere tra l’ambient e la kosmische più contemplativa con i sintetizzatori; l’etnomusicologo Florian Meyer, in arte Don’t DJ, spinge l’ascoltatore al di fuori delle barriere percettive convenzionali sfidando la complessità dei suoni algoritmici. Autore di un acclamatissimo set di chiusura a sorpresa nella scorsa edizione, Donato Dozzy si conferma anche quest’anno uno dei protagonisti indiscussi di Terraforma, grazie alla sua visione unica della musica elettronica, che declina in maniera diversa ma sempre entusiasmante a ogni edizione del festival.

Comunicato stampa

.

Comments

comments