Resonant Coil “Systemic Venom” (Subsidence)

0011491065_10

Un dio sadico: non esiste fino a quando non sfiora il tuo corpo, e quando si manifesta ti uccide senza remora, lasciandoti a terra umiliato e forse ancora incredulo di quanto possa essere stato letale un soffio che non sembrava esistere, fino a quando non l’hai respirato.”

Con queste parole Nicola Buono (aka metà Retina.it) presenta il suo primo lavoro da solista Systemic Venom nelle vesti di Resonant Coil, prodotto dalla neonata Subsidence, tape label guidata dal bolognese Fabrizio Matrone (scuderia Kvitnu) coadiuvato dai suoi amici e collaboratori Pier Paolo Patti (autore e videoartista) e Lino Monaco (il socio di Retina.it).
Chi conosce il duo veterano della scena elettronica internazionale, sa che tra i due campani Nicola rappresenta l’animo più schivo e sfuggente, l’uomo dietro le macchine (in tutti i sensi, visto che è lui a costruire ed assemblare il 90% degli strumenti con cui producono) ma la cui voce, al pari di quella di Monaco, è chiara e vitale per il loro sound olistico. E se mai ci fosse stato il bisogno di confermare questo suo aspetto introspettivo e “refrattario alla norma” Systemic Venom ne rappresenta l’occasione: l’intenzione di Nicola è quella di non posizionarsi sul binario centrale dell’attenzione dell’ascoltatore quanto più sui suoi confini, sulla soglia tra l’ascolto attento e quello inconscio.

Le otto tracce del mini-album lasciano intendere che dietro di loro ci sia un lavoro maturato nel tempo, non sono né organiche tra loro né però messe insieme a caso. Sembrano piuttosto una rilettura in chiave strettamente personale e anticonformista dell’elettronica degli ultimi venti anni dal punto di vista di chi ha deliberatamente scelto di non far parte di quel sistema che pian piano ha finito per legarsi e divenire lui stesso capitalista.
In definitiva “Systemic Venom” è veleno ma allo stesso tempo antidoto del sistema, è la cura che Nicola propone per riportare l’ascoltatore sulla strada giusta per ritornare ad una fruizione consapevole e attenta della musica elettronica.

Trystero Theorem

Comments

comments