Le perle oscure dell’Outlook ’17

outlook

Questa settimana ritorna, con una decima edizione ricchissima, l’Outlook Festival, vera e propria terra promessa della costa istriana per gli amanti delle basse frequenze.
Come ogni anno il festival si apre con un concerto di grande richiamo: in consolle ad aprire e chiudere la serata di mercoledì ci saranno DJ Shadow e Dizzee Rascal, in mezzo la attesissima performance della Outlook Orchestra, big band che interpreta in chiave orchestrale vari quake-anthem, impreziosita da una parata stellare di cantanti e mc, un inizio esplosivo nella suggestiva Arena Romana di Pola.
L’azione si sposta da giovedì fino a domenica al forte di Punta Christo, con una lista di stage e artisti infinitaIn un evento gremito di autentici pesi massimi della federazione del basso, andiamo a cercare invece qualche suggerimento un poco più particolare. Vi proponiamo dieci performance da seguire, nascoste nella kilometrica offerta.

SIGNAL

L’olandese Jonathan Kievit è emerso appena sedicenne sulla scena con un esordio folgorante su Ammunition. Dopo aver inciso per Invisible Recordings e Lifestyle Musice Overtech Music è uscito su Renegade Hardware, ha fondato insieme a Skadi la sua etichetta digitale Fumei ed è uno degli emergenti del drum’n’bass più intriganti.

EGOLESS

Produttore e musicista multi strumentista croato, Egoless ha regalato incursioni interessanti nell’universo bass, uscendo su label come Zam Zam, Lino Charge e Lo Dubs. La sua versione orchestrale della epica Night di Coki e Benga è una hit festosa che non fa stare fermi!

BIOME

Architetto di trame oscure e nebbiose, il mancuniano Biome esplora le profondità del dubstep introducendo l’ascoltatore in densi percorsi mentali e fisici al contempo. Il suo distintivo tocco half step è emerso potente nelle sue uscite per Tempo, Macabre Dance Unit, Z Audio, Against Records.

LX ONE

Il London based producer LX ONE si era fatto notare con un ottimo album d’esordio per Wheel & Deal nel 2015, Motions. Produttore ed MC di alto livello, collabora regolarmente con Metalheadz, Exit Records, Shogun Audio e Chestplate, lo potete spesso sentire all’opera suRinse FM e Get Darker.

DISTINCT MOTIVE

Duo americano/canadese di producer dal suono persuasivo e minimale, i Distinct Motive intersecano dub, roots, afflati etnici e un sound dubstep corposo ed avvolgente. Da seguire

A FRUIT

Interessante artista russa di origine moscovita. Viene da esperienze come sound designer e ingegnere del suono, si occupa anche di scrivere musica per l’industria del videogame. Le sue uscite su Teklife, Sequel One records e Hypeboloid hanno proposto un affascinante sintesi di footwork, hip hop e drum’n’bass.

JORJA SMITH

Ancora una giovanissima, Jorja viene dai dintorni di Birmingham ma risiede a Londra. Il suo singolo Blue Lights ha avuto enorme successo (nel 2015) facendola diventare un nome caldo ed atteso nel mondo dell’hip hop. Ha deciso di non firmare per ora per nessuna delle grandi label che l’hanno corteggiata, producendo altri singoli molto ben accolti (in alcuni casi anche i video sono di sua direzione e creazione) spostandosi anche su tempi più upbeat, ed è pronta a continuare a evolvere il suo sound ed il suo flow.

ENEI

Alexander Egorchenkov da San Pietroburgo, scuote i dancefloor drum and bass da una decina di anni, avendo anche inciso le sue bombe di beat per label come Fokuz, Cyanide e Critical Music. Dj di assoluto livello, solido ed incisivo, porterà la vecchia scuola sullo stage dell’Outlook.

BUKEZ FINEZT

Una delle figure più importanti del.dubstep tedesco, con una militanza sulla scena che ha avuto origine nel big beat e drum and bass per poi virare sul dubstep. I suoi pezzi sono usciti per etichette come Fat Kid On Fire, Deep Medi, Never Say Die ed altre, pubblicando anche l’ottimo LP Decade of Weight lo scorso anno per Subway Music.

DUB DIGGERZ

Veri ambasciatori del dubstep in Slovenia, con uscite fresche sulla Gourmet Beats di Joe Nice, fanno parte del collettivo Deep End! che diffonde con costanza la Sound System Culture, e sono i produttori e ideatori dello show Bass Warz, diffuso sulla live streaming community Chew TV. Il loro suono guarda al lato più deep del dubstep, ma al contempo sanno trascinare con efficacia il dancefloor.

Cannibal Se-lecter

Comments

comments