Seven Trax One Week: ART 2017

art17

Luca Schiavoni: Esce ufficialmente oggi la ripubblicazione di una delle più memorabili uscite della Applied Rhythmic Technology (ART) di Kirk Degiorgio, “T-Raenon” di Photek. Le tracce sono state rimasterizzate per l’occasione, rendendo il disco un’occasione da non perdere per chi si fosse perso l’originale, vera e propria pietra miliare che spazia tra drum’n’bass, ambient-techno, e down-tempo.
Per quanto si tratti di una vecchia release del 1996, la scelta di un disco così vario ed epocale promette bene nell’ottica di un rilancio della ART. L’etichetta era in realtà ripartita nel 2006 dopo ben 10 anni di pausa (peraltro iniziati proprio dopo la release di Photek), ma – come nota lo stesso Kirk Degiorgio – è solo adesso che si comincia a fare sul serio:

Inoltre, la seconda vita della ART è stata generalmente caratterizzata da un suono più “dritto” e abbastanza lontano da quello che caratterizzava la techno britannica fino a metà degli anni ’90, anche se l’unica release del 2016, firmata London Modular Alliance, faceva già intravedere una rassicurante inversione di tendenza.
Non resta che attendere fiduciosi le prossime releases, confidando nel ritorno di un pilastro della scena britannica. Nel frattempo abbiamo scelto sette momenti della lunga storia della ART dal 1991 ad oggi.

Comments

comments