Dancity Festival ’15: Frequencies Choice

mailticket_Dancity15

Guardando la cartina è impossibile non chiedersi quale possa essere la ragione del suo successo. Arrivarci non è semplice. Eppure siamo già alla decima edizione. Foligno racchiusa nelle proprie mura grida forte dal cuore d’Italia che con la passione si arriva ovunque. Dancity con la sua qualità accoglie chiunque provi passione per la Musica. Line up intelligenti e location suggestive sono da tempo una garanzia da queste parti. Una vera DOCG artistica mantenuta dalla costanza di un gruppo, che ha fatto di un festival una missione per dimostrare che la club culture non si riduce soltanto a numeri e sponsor.

Dal 3 al 5 luglio sarà un weekend di fuoco. Di seguito le performance che stiamo aspettando con ansia e perchè.

Venerdì 3 luglio:

Gigi Masin live @ Palazzo Trinci: Gigi Masin è una ri-scoperta della musica elettronica italiana. Un compositore ispirato come pochi che nel 1986 pubblica Wind, un gioiello di new age, wave e spunti di quella che sarà l’ambient moderna mitteleuropea, divenuto presto un culto. Nel 2013 l’etichetta Music From Memory pubblica una raccolta, Talk To The Sea, che riassume trent’anni di carriera.

Cabaret Voltaire live @ Auditorium di S. Domenico: la leggenda continua a vivere nel solo Richard H. Kirk, che già durante l’Atonal ’14 non ne volle sapere di classici e nostalgia. Fu però uno show strepitoso e feroce in pieno stile anni ’90, quando la techno era considerata l’unica porta sul futuro. Esserci a tutti i costi.

Viceversa live @ Auditorium di S. Domenico: un maestro per tanti di noi. Se oggi parliamo di rhythm research e sonorità sintetico-industriali lo dobbiamo a lui, alla sua attività di Dj e organizzatore avanguardista. Le sue rubriche su Discoid occupano un posto speciale nel nostro cuore. Dancity conosce la storia del clubbing autoctono e lo valorizza al meglio.

Lena Willikens @ Serendipity Outdoor: un nome da appuntarsi per il futuro. Con Helena Hauff e Paula Temple compone il trio delle techno ragazze terribili. E’ un punto di riferimento della nuova scena di Colonia.

Lory D @ Serendipity Indoor: Il Re di Roma. Ogni suo set viene raccontato come un’avventura fondamentale nella vita di un clubber. Pioniere che continua ad avanzare.

Objekt @ Serendipity Indoor: Il tempo presente di un genere che sta facendo i conti con sempre più lunghe occhiate al passato. Il futuro resta l’obiettivo e come producer Objekt ha trovato la strada per raggiungerlo.

Sabato 4 luglio:

Craig Leon @ Auditorium di S. Domenico: una personalità che ha saputo lasciare il segno sia nella produzione Pop prima (Blondie e Ramones) che nella classica contemporanea mescolata all’avanguardia elettronica poi.

Nick Anthony Simoncino @ Palazzo Trinci: la forza della classicità dell’house. In pochi anni questo ragazzo  è arrivato ai vertici seguendo gli intramontabili insegnamenti di Jack.

Underground Resistence pres. Timeline live @ Palazzo Trinci: l’high tech jazz secondo Mad Mike Banks qui insieme a Jon Dixon e DeSean Jones. Lo spazio non è mai stato così soulful.

Voices From The Lake live @ Serendipity Outdoor: Donato Dozzy & Neel presentano il progetto che ha ripuntato i fari della ribalta internazionale sulla techno made in Italy. Impeto e misticismo.

Powell live @ Serendipity Indoor: il post punk è risorto grazie alla techno. Il live di Powell unisce CBGB e Berghain in un’unica cassa.

Jeff Mills @ Serendipity Outdoor: The Wizard più invecchia e più migliora. Senza di lui la techno non avrebbe senso.

Mumdance @ Serendipity Indoor: indispensabile per seguire l’evoluzione del sound urbano inglese.

Morkebla live @ Serendipity Indoor: Alberto Rosso è un talento di casa nostra con le idee chiare sul suo percorso senza tenere conto di mode e definizioni. La parola d’ordine è trascendente.

Not Waving @ Serendipity Indoor: dall’esperienza coi Walls su Kompakt, Alessio Natalizia ha fatto passi da gigante attirando su di sè l’attenzione della stampa che conta e di artisti importanti. Il prossimo settembre debutterà su Diagonal con un doppio lp.

Domenica 5 luglio:

Roy Ayers live @ Cantina Scacciadiavoli: uno dei jazzisti più amati (e saccheggiati) dai Dj house. Puro sentimento.

Jolly Mare live @ Cantina Scacciadiavoli: mai sottovalutare la leggerezza, specie se di questo livello qualitativo. Tecnica, gusto e voglia di divertirsi.

Il programma integrale è consultabile su http://www.dancity.it/festival/2015/ita/programma-venerdi.html

Federico Spadavecchia

Comments

comments